Finders International aiuta nella ricerca degli antenati di Matt Hancock

momento della lettura 2 verbale

The Mirror presentava una storia sia online che stampata nel tranquillo villaggio di Eyam nel Derbyshire, un villaggio che fu scosso dalla peste bubbonica nel 1665, lasciandoli senza altra alternativa se non quella di bloccare l'intero villaggio. Il Mirror riporta che 260 dei 700 residenti morirono, ma fu la loro coraggiosa decisione di mettere in quarantena Eyam che fermò la diffusione della peste nelle città vicine.

Alcuni degli attuali abitanti del villaggio di Eyam sono discendenti diretti dei sopravvissuti del 17th peste del secolo. Si ritiene addirittura che Matt Hancock, il Segretario di Stato per la salute e l'assistenza sociale, sia lui stesso un antenato di Elizabeth Hancock, un abitante del villaggio che tragicamente ha dovuto seppellire suo marito e sei figli entro otto giorni. Fu a questo punto, il Specchio chiesto Finders International intervenire per fare una ricerca nei registri parrocchiali e disegnare l'albero genealogico di Hancock.

Fondatore e MD di Finders International, Danny Curran, ha dichiarato: "Le nostre prime fasi di ricerca hanno trovato uno dei suoi antenati, John Hancock, nato in un villaggio vicino nel 1690, a soli 25 anni dalla pestilenza".

È molto probabile che ci sia un collegamento diretto da Matt Hancock a Elizabeth Hancock e il team è stato in grado di risalire al 1690 entro 10 ore. Ma trovare record accurati dal 17th secolo può richiedere molto tempo e spesso infruttuoso. Molti record sono danneggiati o mancanti. Solo circa 800 parrocchie hanno registri sopravvissuti fino a quel momento e molti documenti originali non sono stati conservati come avrebbero dovuto. La decifrazione di documenti incoerenti e illeggibili presenta sfide uniche.

Puoi trovare l'articolo online completo qui.

Finders International traccia i beneficiari mancanti in proprietà, proprietà e beni. Per saperne di più sui nostri servizi, visita il nostro visita il sito web. In alternativa, puoi inviare un'e-mail [Email protected] o telefono +44 (0) 20 7490 4935