Sfide ai lasciti lasciati agli enti di beneficenza

momento della lettura 2 verbale

Il film solo per Amazon Knives Out era un omicidio relativo all'omicidio di un uomo ricco che aveva cambiato la sua volontà di escludere la sua famiglia, donando invece a quella che pensava fosse una buona causa.

Lo studio legale Nelsons riferiscono che sta diventando sempre più comune per i testatori lasciare eredità agli enti di beneficenza nei loro testamenti e poiché la pandemia di coronavirus, più millennial stanno lasciando i soldi in beneficenza secondo un Articolo su Yahoo Finanza. Ciò potrebbe essere dovuto a ragioni di pianificazione fiscale di successione o un collegamento personale a una buona causa, a volte quel denaro viene lasciato nonostante l'aspettativa generale che il testatore lasci il suo patrimonio ai membri della famiglia.

Secondo Nelsons, le persone ricche occasionalmente lo fanno perché credono che i loro figli dovrebbero guadagnarsi da vivere.

Disposizioni per la famiglia

Ma tali testamenti possono portare a controversie e parenti delusi possono presentare rivendicazioni contro la proprietà utilizzando la legge sull'eredità (disposizioni per la famiglia e i dipendenti) del 1975.

Quando una tale richiesta viene presentata in un testamento in cui un ente di beneficenza è stato nominato come beneficiario, gli enti di beneficenza sono quindi parte della controversia. Se un'eredità è specifica e limitata, Nelsons consiglia che la migliore linea d'azione è rimanere neutrali in quanto potrebbero ancora ricevere la somma lasciata loro. La neutralità può risultare molto meno costosa perché la carità non difende l'affermazione.

Finders International può trovare rapidamente e facilmente i proprietari di case vuote. Una casa vuota riportata in uso genera potenziale reddito per il proprietario e aumenta il valore della proprietà. Maggiori informazioni sul servizio qui.

Rischio di pubblicità negativa

Perseguire un reclamo se l'ente di beneficenza si aspetta di ricevere meno di quanto promesso è rischioso. Può anche portare a cattive pubbliche relazioni, ancora una volta qualcosa che la maggior parte degli enti di beneficenza non vorrebbe in quanto rischia di alienare potenziali donatori.

Se un ente di beneficenza cerca di risolvere un reclamo, questo segnala che sostiene in una certa misura la rivendicazione di un individuo su una proprietà. La mediazione è uno dei modi per supportare questa linea di condotta.

I parenti possono anche mettere in discussione la validità di una volontà, il che può significare che qualsiasi volontà ritenuta non valida non viene seguita. Si seguono invece le istruzioni di un testamento precedente o si distribuisce l'eredità secondo le leggi sull'intestino.

Questo articolo non è inteso come consulenza legale e non deve essere seguito come tale. Tutti gli enti di beneficenza che affrontano problemi con i regali legacy dovrebbero consultare un professionista legale.