La frode Covid-19 raggiunge i 5 milioni di sterline

momento della lettura 2 verbale

Le perdite da truffe Covid-19 hanno superato il segno di £ 5 milioni, secondo Azione frode, il centro nazionale di segnalazione di frodi e crimini informatici.

La stella dello Shropshire ha riferito che i dati relativi alle frodi in merito all'azione hanno mostrato che sono state segnalate frodi per un valore di £ 5,142,265 da febbraio, secondo quanto riferito all'organizzazione per un totale di oltre 2,100.

Le truffe hanno incluso oltre 11,500 segnalazioni di truffe di phishing del coronavirus, ovvero laddove i truffatori tentano di ottenere informazioni sensibili come nomi utente, password e dettagli della carta di credito fingendo di essere entità affidabili come le banche tramite e-mail.

Diverse truffe

Azione frode ha riferito che i truffatori impersonano varie organizzazioni che si occupano di misure per fermare la diffusione al virus. La banca, la Cassa di risparmio fiduciario e l'organismo di prevenzione delle frodi CIFAS, che conta oltre 360 ​​organizzazioni membri, ha identificato i truffatori più comuni di truffe Covid-19 utilizzati per colpire le persone nel Regno Unito.

Essi comprendono:

  • Traccia e traccia truffe: applicazioni, e-mail e messaggi falsi che informano le persone che sono state in contatto con qualcuno che ha il virus e chiede loro di fare clic su un collegamento o di telefonare a un numero.
  • Lavoro a domicilio - in cui i truffatori impersonano i dipartimenti dei salari o i fornitori di servizi Internet nel tentativo di ottenere informazioni riservate.
  • Lutto - dove i criminali contattano le persone, sostenendo che sono stati lasciati soldi da un parente defunto e chiedendo i loro dati bancari per depositare denaro.
  • Quiz di phishing sui social media che inducono le persone a rispondere a domande che rivelano dettagli personali ai truffatori.
  • Frodi pensionistiche in cui le persone convincono le vittime a trasferire i loro fondi pensione o a liberare fondi.
  • Rimborsi fiscali del Consiglio, in cui i truffatori inviano messaggi di testo o e-mail a persone che fingono di provenire dall'autorità locale o dal governo centrale e promettono un rimborso se la persona consegna i dettagli del proprio conto bancario.

Genealogisti professionisti

Danny Curran, CEO e fondatore di Finders International, ha dichiarato: “Come genealogisti probati il ​​cui compito è identificare i legittimi beneficiari di una proprietà quando qualcuno muore di fame, la frode di maggior interesse per noi è ovviamente la truffa del lutto.

"Se ricevi una simile telefonata o e-mail, ti consigliamo di controllare attentamente le sue credenziali. Quale organizzazione pretende di rappresentare la persona? È possibile per i truffatori creare siti Web dall'aspetto legittimo, ma un'azienda autentica tenderà ad avere un telefono fisso, un indirizzo di ufficio e credenziali come appartenenti all'Associazione dei genealogisti professionisti o Associazione internazionale dei ricercatori di successione professionale.

"Non ci saranno addebiti anticipati, né tentativi di ottenere da te i tuoi dati bancari fino a quando non avremo stabilito il tuo reclamo e non avrai firmato un contratto con noi."

Puoi segnalare e-mail sospette a Frode d'azione qui: https://www.ncsc.gov.uk/information/report-suspicious-emails

#CyberProtect

Finders International è una pluripremiata società di ricerca sulla successione. Le nostre normative e credenziali includono il IAPPR e amici contro le truffe; siamo partner APSE approvati e siamo la prima società di ricerca di successione ad essere approvata dal Chartered Trading Standards Institute (CTSI). Per un elenco completo dei nostri Credenziali, visita il nostro sito Web qui. In alternativa, puoi chiamare +44 (0) 20 7490 4935 o e-mail [Email protected]