DNA e le riunioni familiari inaspettate

momento della lettura 4 verbale

Lo faresti o non lo faresti? Con test del DNA a buon mercato e prontamente disponibili tramite artisti del calibro di 23andMe, le persone adottate o concepite da donatori possono cercare la verità dietro i loro antenati.

Ma come questa recente storia in The Wired dimostra, può portare a riunioni non ortodosse ...

Prendi la storia di Jeff Johnson. All'età di 21 anni nel 1974, ha donato lo sperma a una clinica di New York. La clinica ha chiesto le basi: altezza, peso, colore degli occhi, razza, religione e istruzione e un questionario sulla sua salute.

La donazione è stata successivamente inviata a una clinica nel Michigan. Nel 1977, il biochimico britannico Frederick Sanger ha sviluppato un metodo per il sequenziamento rapido del DNA. Questo, tuttavia, è stato prima che Internet nascesse e gli scienziati finissero di mappare il genoma umano.

Nuove conseguenze per vecchie decisioni

Tecnologia, l'articolo Wired afferma "ha un modo per creare nuove conseguenze per le vecchie decisioni", e oggi si pensa che circa 30 milioni di persone abbiano effettuato i test del DNA dei consumatori. Gli esperti chiamano questo il "punto di svolta". Le persone concepite attraverso l'inseminazione possono abbinarsi ai fratellastri e rintracciarli, e molti di loro stanno unendo le forze per chiedere la regolamentazione del settore della fertilità.

In una delegazione in occasione del 30 ° anniversario della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia, i donatori hanno parlato di numerosi fratellastri (75 in un caso) o di aver scoperto troppo tardi una predisposizione genetica al cancro intestinale.

Nel Michigan nel 1975, una donna di nome Ann visitò la sua clinica di fertilità locale quando lei e suo marito non riuscirono a concepire a causa del grave caso di parotite di suo marito nella sua infanzia. Suo marito le ha permesso di procedere a condizione che non avesse mai detto a nessuno mentre era in vita.

Hanno scelto un donatore il cui elenco suggeriva che fosse fisicamente simile a Norman. Dopo alcuni tentativi falliti, Ann rimase incinta e diede alla luce una ragazza di nome Denise.

Consanguineità involontaria

In seguito Ann e suo marito divorziarono, ma il segreto pesava su di lei. Cosa sarebbe successo quando sua figlia avesse iniziato a frequentarsi, e se la famiglia donatrice fosse stata nella zona? Mentre il rischio di consanguineità involontaria (parenti che si collegano) è basso, è una vera paura per coloro che sono concepiti utilizzando la donazione di sperma anonima. Uno show televisivo nel 1990 presentava un episodio con un donatore che si diceva avesse generato 500 figli.

Il marito di Ann morì nel 2010, quando Denise aveva 32 anni. Ann disse a sua figlia la verità. Le diede la ricevuta della clinica e un ritaglio dal Donor Sibling Registry, che era stato istituito nel 2000 per collegare la prole ai loro donatori e fratelli. Denise, tuttavia, non era interessata.

Ma i programmi di divulgazione erano iniziati e la FDA ha introdotto l'obbligo per le banche dello sperma e degli ovuli di testare malattie trasmissibili come l'HIV e l'epatite.

Patrimonio norreno

Quando un giovane ha deciso di testare il proprio DNA usando un kit, i suoi risultati non sembravano mostrare nulla di insolito. Suo padre aveva parlato di un'eredità nordica, che sembrava essere confermata dal test.

Ma sette anni dopo aver fatto il test, il giovane ha ricevuto un messaggio di posta elettronica da qualcuno che affermava di essere il suo padre biologico. Ha esplorato la scheda DNA Relatives di 23andMe e ha scoperto di condividere il 50% di DNA con Jeff Johnson, con la parola "padre" sotto relazione.

Il giovane ha controllato con sua madre e suo padre, che hanno detto che il messaggio doveva essere un errore. 23andMe ha affermato che un errore del genere era improbabile.

L'uomo ha ordinato ai suoi figli dei kit di DNA per verificare se corrispondevano a Jeff Johnson. Poiché i risultati avrebbero probabilmente richiesto un mese, ha chiesto a Jeff il suo genoma. Ha inserito entrambi in un programma software statistico. I risultati sono tornati: padre e figlio.

Finders International gestisce un servizio di verifica dell'albero genealogico, essenziale per la distribuzione di un patrimonio e dei beni ai legittimi eredi. La nostra ricerca ferma l'errata distribuzione dei fondi. Fare clic sulla pagina per maggiori informazioni.

Il giovane ha trovato il Donor Sibling Registry, dove ha potuto accedere al supporto per questa particolare situazione.

Tali incidenti sono diventati comuni; tanto da essere chiamati eventi non parentali, o NPE, e richiedono un'elaborazione emotiva. Quando l'uomo è tornato dalla sua famiglia, ha scoperto che i suoi genitori cercavano di concepire naturalmente e quando questo non era successo, sua madre ha optato per l'inseminazione da donatore, ma hanno continuato a provare da soli. Avevano sempre scelto di credere che il loro figlio fosse loro.

I suoi genitori gli dissero che non volevano che lo dicesse a nessuno mentre erano ancora vivi. Ma tre anni dopo, Denise ha trovato l'uomo sul sito web del Geographic Project dove aveva caricato i suoi risultati del DNA alcuni anni prima. L'uomo le ha richiamato: il suo fratellastro. Hanno scoperto un'altra sorellastra. Jeff e la sua prole hanno iniziato a incontrarsi e scambiarsi storie, anche se non tutti i donatori condividono la curiosità di scoprire la loro prole biologica.

Leggi l' storia completa in The Wired.