La donna egiziana vince il diritto alla pari eredità

momento della lettura 2 verbale

Le notizie sull'ereditarietà di questa settimana includevano una storia su a Donna copta cristiana in Egitto che vinse una battaglia legale per ricevere la stessa eredità da suo padre dei suoi fratelli.

Huda Nasrallah ha proposto il caso per verificare la legalità dello statuto nel paese. L'Egitto si basa principalmente sulla legge musulmana della Sharia, in cui le eredi femminili possono ereditare solo la metà di quelle dei loro parenti maschi. Nasrallah, un avvocato per i diritti umani, ha sostenuto la sua tesi sostenendo che la dottrina cristiana ha sostenuto l'eguale eredità.

Hai bisogno di trovare gli eredi legittimi in una tenuta? Finders International è specializzata in tracciabilità rapida ed efficiente dei beneficiari anche nei casi in cui sembra non esserci parente prossimo conosciuto. Contattaci al numero verde 0800 085 8796 (solo Regno Unito) per saperne di più.

Prima della sentenza di questa settimana, il suo caso era stato archiviato da altri due tribunali sulla base della legge della Sharia.

La Chiesa copta ortodossa è la principale chiesa cristiana in Egitto. Si ritiene che risalga al 50 d.C. quando si dice che l'apostolo Marco abbia visitato l'Egitto e si sia affermato come il primo papa di Alessandria. Si pensa che ci siano circa 10 milioni di cristiani copti in Egitto, anche se ci sono anche chiese negli Stati Uniti e una cattedrale nel Regno Unito (il Cattedrale di San Giorgio a Londra).

Leggi di ereditarietà lasciate allo stato

Mentre la Chiesa copta è l'autorità principale dei matrimoni e dei divorzi dei suoi seguaci, le leggi sull'eredità sono lasciate allo stato.

Gli esperti legali ritengono che il caso possa costituire un precedente perché la legge della Sharia è stata precedentemente utilizzata nella legge sullo stato personale anche se le persone credono in una religione diversa.

Gli sforzi di Nasrallah per ricevere la stessa eredità furono sostenuti dai suoi fratelli. In una citazione, ha detto che il caso non riguardava davvero l'eredità poiché suo padre non aveva lasciato alla sua famiglia milioni di sterline egiziane. Aveva seguito il caso perché voleva essere trattata allo stesso modo con i suoi fratelli.

Ishak Ibrahim, un attivista per i diritti ha affermato che la legge presuppone che se i beneficiari dell'eredità cristiana accettassero di applicare le leggi cristiane alla distribuzione di una proprietà, allora sarebbero divisi equamente. Se non fossero d'accordo, tuttavia, verrebbe applicata la legge della Sharia.

Diversi paesi arabi hanno avuto problemi di eredità dopo una proposta di legge in Tunisia l'anno scorso che avrebbe consentito l'uguaglianza.

Per conoscere i servizi che offriamo, vi preghiamo di visitarci a Finders International. In alternativa, puoi chiamarci su + 44 (0) 20 74904935 o inviarci un'e-mail a [Email protected]