Prendersi cura della propria eredità digitale

momento della lettura 2 verbale

Cos'è un'eredità digitale e come la spieghi in un testamento?

Questa era la domanda affrontata da un recente articolo in Rathbones Review scritta dagli avvocati Matthew Barnett e Jessica Brittain di Edwin Coe LLP team di clienti privati.

Lo studio ha affermato che la legge sulle successioni inglese ha lottato per tenere il passo con la sempre crescente dipendenza delle persone dal mondo online e che c'erano implicazioni legali e fiscali che dovevano essere prese in considerazione.

Maggiore dipendenza dai telefoni

Il blocco globale ha accelerato la tendenza, spingendo un maggior numero di persone a fare affidamento sui propri telefoni e computer. Di conseguenza, più musica, foto e documenti vengono archiviati nel cloud o online e condivisi attraverso i social media, e gli avvocati sottolineano il crescente disagio su ciò che accade a tali raccolte quando le persone muoiono.

Un sondaggio YouGov del 2019 ha rilevato che solo il 7% delle persone desiderava che i propri account sui social media rimanessero attivi anche dopo la morte. Una stima prevede che entro il 2100 circa 4.9 miliardi di account solo su Facebook potrebbero provenire da "utenti morti".

Molti elementi sentimentali come le fotografie di famiglia sono ora archiviati nel cloud, il che può causare difficoltà agli esecutori immobiliari o agli amministratori e ai membri della famiglia quando qualcuno muore.

Nessuna coerenza di approccio

Un rapporto della Commissione per la legge del 2017 Making a Will ha rilevato che non vi era coerenza di approccio al problema nei termini e nelle condizioni dei fornitori di servizi cloud.

Inoltre, non esiste una definizione formale di ciò che conta come risorsa digitale, sebbene Barnett e Brittain li dividano in tre categorie.

  1. Attività con valore finanziario, come conti bancari online, acquisti, scommesse, PayPal, criptovalute, conti di trading di investimento, ecc.
  2. Risorse con valore sociale, come account Facebook, Twitter e Instagram
  3. Risorse con valore affettivo, come foto digitali, una libreria iTunes e un account YouTube.

In generale, le risorse digitali che hanno valore finanziario sono legalmente di proprietà dell'individuo e possono essere trasferite agli eredi previsti di una proprietà. Ma il loro valore deve essere calcolato e incluso nella valutazione di un testamento per determinare se è dovuta una tassa di successione.

Per le risorse prive di valore, come le foto personali archiviate su un telefono, tablet o computer, la situazione non è così chiara, sebbene quelle foto rientrino in una proprietà.

Finders International avere una gamma di Servizi di supporto legale per assistere gli avvocati e altri professionisti legali, inclusi il nostro servizio di mancata volontà, beni non reclamati e ricerche di fallimento all'estero. Per saperne di più, visita il nostro portale dedicato. In alternativa, puoi inviare un'e-mail [email protected] o telefono +44 (0) 20 7490 4935.