La tenuta del defunto cantante Prince si è lamentata a seguito di una manifestazione di Donald Trump a Minneapolis, Minnesota, dove la sua squadra ha suonato l'iconica canzone, Purple Rain, durante l'evento come riportato in La pietra che rotola.

Evidenziando la violazione del copyright, Prince Estate ha scritto su Twitter: “Il presidente Trump ha interpretato Prince "Purple Rain" stasera ad un evento della campagna a Minneapolis nonostante confermasse un anno fa che la campagna non avrebbe usato la musica di Prince. The Prince Estate non darà mai il permesso al presidente Trump di usare le canzoni di Prince. "

Estate richiesta fermata

Un accordo è stato raggiunto dalla campagna di rielezione di Trump e dalla Prince Estate in 2018 quando i rappresentanti legali della campagna hanno concordato che non avrebbero usato alcuna canzone Prince durante gli eventi della campagna Trump dopo che la tenuta ha chiesto di smettere di farlo quando Purple Rain è stato utilizzato in un'altra manifestazione pre-elettorale. La proprietà ha condiviso una foto dell'accordo scritto su Twitter.

La lettera sul giornale Jones Day (lo studio legale che all'epoca rappresentava la campagna di Trump), datata ottobre 2018, riconosceva la richiesta avanzata da Prince e che la sua campagna sarebbe stata conforme alla richiesta.

Si legge: "La tua lettera richiede, a nome dell'Estate del Principe Rogers Nelson (" Principe ") che la Campagna si astenga dall'utilizzare la" Pioggia viola "di Prince, o qualsiasi altra musica del Principe in connessione con i raduni della Campagna o altri eventi della Campagna.

Hai bisogno di aiuto per calcolare il valore di un immobile? Finders International può rintracciare beni, conti, pensioni, assicurazioni sulla vita, partecipazioni azionarie o proprietari di beni immobili non reclamati all'estero. Chiamaci al numero + 44 (0) 20 7490 4935 per saperne di più.

Il team della campagna ha promesso di non usare le canzoni

"Senza ammettere responsabilità e per evitare qualsiasi controversia futura, scriviamo per confermare che la Campagna non utilizzerà la musica di Prince in relazione alle sue attività future".

The Prince Estate non è il primo a chiedere a Trump di smettere di usare la loro musica durante i suoi raduni. Le richieste risalgono a quando iniziò la sua campagna elettorale come candidato presidenziale repubblicano. Neil Young, Tom Petty, Aerosmith e The Rolling Stones sono tra coloro che hanno chiesto di desistere dall'utilizzare il loro materiale. Inoltre, i rappresentanti della band Queen affermano di volere il successo, We Will Rock You rimosso dal suo ultimo video della campagna. In passato, ha anche usato Siamo i campioni contro i desideri della band.

Per conoscere i servizi che offriamo, vi preghiamo di visitarci a Finders International. In alternativa, puoi chiamarci su + 44 (0) 20 74904935 o inviarci un'e-mail a [Email protected].