La donna vince una quota di £ 650,000 Estate

La settimana scorsa ha caratterizzato a storia di una donna che ha sfidato con successo una volontà, in seguito alla sua decisione di abbandonare la sua carriera per prendersi cura di sua nonna.

Lynsey Delaforte, 36, diplomata alla Royal Academy of Dance ha sacrificato la sua carriera di ballerina quando si è trasferita da sua nonna in 2008. Joan Flood soffriva di demenza e aveva bisogno di cure a tempo pieno, cucinare e pulire, aiutare a vestirsi e assicurarsi che lei mangiasse.

Quando la signora Flood morì sette anni e mezzo dopo 2016, non lasciò nulla alla sua volontà alla signora Delaforte, lasciando invece i suoi beni e Twickenham a casa di suo figlio Paul Flood e sua figlia Annette Dargue, la madre della signora Delaforte.

Zio opposizione

Incoraggiata da sua madre, la signora Delaforte ha lanciato un ricorso legale per una quota della proprietà. Ciò fu contrastato da suo zio, Paul Flood, che sosteneva che la cura di sua nipote fosse un accordo commerciale.

Ma come ieri il tribunale centrale della contea di Londra, il giudice Alan Johns ha decretato che la signora Delaforte avrebbe dovuto ricevere 110,00 dalla tenuta di 650,000 della nonna. Ha detto: "Questa non è una ricompensa per la sua condotta chiaramente meritoria nel prendersi cura devotamente di sua nonna. Rappresenta semplicemente una misura finanziaria ragionevole per il suo mantenimento. "

L'avvocato della signora Delaforte, Sarah Harrison, ha detto che il suo cliente dipende finanziariamente dalla nonna e le ha fornito assistenza 24 ore su 24 almeno sei giorni alla settimana. Ha ricevuto solo pagamenti modesti dallo stato e 100 al mese, il che significa che "c'era un obbligo morale sul defunto di provvedere a lei".

"Personaggio stimolante"

Il signor Flood ha sostenuto che la cura di sua nipote per questa madre era un accordo commerciale dopo aver preso il licenziamento da una posizione di marketing e non aveva un posto dove andare. Durante l'udienza di tre giorni, Flood ha detto che è stato "uno dei personaggi più sfidanti" e che la signora Delaforte ha fatto un ottimo lavoro occupandosi di lei.

Con il controinterrogatorio ha ammesso che non vi era stato un accordo commerciale e quindi alla signora Delaforte spettava una parte della proprietà ereditata da lui e sua sorella.

La signora Delaforte riceverà 66,000 dalla sua parte dello zio e 44,000 da sua madre, e la corte ha sentito che desidera usare i suoi soldi per creare un'attività di insegnamento della danza freelance.

Se desideri contattare Finders International in merito a questo articolo o per ulteriori informazioni sui loro servizi, visita il sito web www.findersinternational.co.uk e-mail [Email protected] oppure chiamare il numero gratuito 0800 085 8796 (solo Regno Unito).