Aumento delle persone che pensano all'ereditarietà digitale

Hai deciso cosa accadrà alla tua simpatica collezione di foto di gatti su Instagram e al tuo blog di dieta di cibi crudi popolarissimo quando morirai?

Okay, perdonaci la nostra leggerezza, ma un recente sondaggio YouGov ha evidenziato che l'ereditarietà digitale è qualcosa di cui più di noi stanno pensando. Poiché molte delle nostre vite sono condotte online, è giusto che consideriamo ciò che accade ai nostri account quando moriamo.

Il sondaggio YouGov ha rivelato che la percentuale di 26 delle persone prevede di consegnare i propri account sui social media ai propri cari. E solo il sette percento degli intervistati ha voluto che i loro account sui social media fossero lasciati online indefinitamente dopo la loro morte, con la percentuale di 67 che diceva che volevano che fossero portati offline.

Area complessa

In un articolo nel Daily Telegraphgli esperti hanno discusso l'area emergente e complessa dell'ereditarietà digitale e chi "possiede" account di social media, dato che spesso sono i social media e le aziende tecnologiche.

E cosa succede ai libri che acquisti su un e-reader o sulla musica che acquisti su iTunes? Secondo le leggi, il contenuto elettronico come questo non ti appartiene come nel caso di un libro cartaceo o di un CD: hai solo la licenza per leggerlo, quindi non fa parte del tuo patrimonio . Ciò spesso sorprende le persone, in particolare quando contano quanto hanno speso per i CD e gli e-book nel corso degli anni.

L'esecuzione di una proprietà è un affare complesso, ma lo ha fatto di più in questa era digitale. La maggior parte delle persone avrà molti più account online di quanti ne conoscano. Possono variare dai social media, agli account che portano denaro attraverso la pubblicità affiliata, per esempio. In meno di un decennio sono sorte diverse piattaforme di social media, alcune delle quali indirizzate a comunità più di nicchia come GoodReads per i lettori. Facebook offre un'opzione commemorativa che può dare il via dopo che qualcuno muore e consente ad un parente o ad un amico di fungere da "contatto legacy".

Beni digitali

Le ditte legali a volte suggeriscono che le persone nominano un esecutore separato per occuparsi delle risorse digitali, o per lo meno per fare un elenco di tutte le risorse digitali che possiedono e dei siti a cui appartengono e pensano attentamente a chi forniscono le password. Ancora una volta, questo non è semplice poiché molte aziende non accetteranno ad altri l'accesso all'account di una persona.

Danny Curran, fondatore e amministratore delegato di Finders International, ha dichiarato: "È intelligente pensare alla tua eredità digitale. Per lo meno, considera quanto può essere angosciante se i tuoi parenti vedono le persone che interagiscono con la tua pagina di Facebook dimentica della tua morte.

"Quando si tratta di risorse, la legge non ha ancora tenuto il passo con la tecnologia e sarà interessante vedere come funziona nel tempo. Se, vi assicuro il cielo, alcuni dei principali attori dei social media muoiono nei prossimi anni, potremmo assistere a cambiamenti nel modo in cui la legge funziona per quanto riguarda l'ereditarietà digitale. I Kardashian, ad esempio, hanno una presenza enorme e monetizzata su Twitter e Instagram, e immagino che abbiano preso in considerazione questa volontà. "

Se vuoi metterti in contatto con Finders International per quanto riguarda il rintracciare gli eredi o beni in proprietà, per favore contattaci oggi su Freephone 0800 085 8796, email contact@findersinternational.co.uk o visitare il nostro Sito web.