Caroline Flack - nessuna volontà in atto

momento della lettura 2 verbale

La fortuna della conduttrice televisiva Caroline Flack è quella di andare in beneficenza poiché la star non ha lasciato un testamento quando è morta, ha rivelato un articolo del Mirror.

La madre di Caroline, Christine, ha detto che la tenuta di sua figlia sarebbe andata alle cause di cui era più appassionata. The Mirror stima che la proprietà della conduttrice di Love Island valesse circa 2 milioni di sterline quando si è tolta la vita a febbraio. Ma dopo aver tenuto conto dell'imposta sulle successioni e dei debiti, il denaro rimanente ammonta a circa £ 827,000.

Il quotidiano Sun ha riferito che gli amici del personaggio televisivo hanno affermato che gli enti di beneficenza vicini al cuore di Caroline saranno i principali beneficiari della sua proprietà, parte della quale andrà anche ai suoi genitori secondo le regole dell'intestino. La madre di Caroline è l'amministratore legalmente nominato della tenuta.

Host di Love Island

Caroline è stata trovata morta nella sua casa di Stoke Newington, a nord di Londra, il 15 febbraio. È diventata famosa presentando molti programmi televisivi in ​​prima serata, come Love Island, e vincendo Strictly Come Dancing nel 2014. Era anche una conduttrice di The X Factor e lo spin-off I'm A Celebrity.

Le notizie sulla tenuta di Caroline arrivano contemporaneamente alla ricerca che mostra quasi la metà degli enti di beneficenza britannici prevede di esaurire le riserve l'anno prossimo.

Third Sector News ha riportato i risultati di un sondaggio YouGov commissionato dagli assicuratori Ecclesiastical che ha rilevato che il 12% delle 250 associazioni di beneficenza interrogate dovrebbe esaurire le riserve nei prossimi tre mesi, mentre il 17% ha stimato che le proprie riserve sarebbero esaurite entro i prossimi sei mesi e il 20% ad un certo punto nel 2021.

Pochi soldi in riserva

La ricerca, condotta a luglio e agosto, ha rilevato che il 55% degli enti di beneficenza ha dichiarato di essere preoccupato per una perdita di fondi. Altre ricerche sui conti di circa 12,700 enti di beneficenza in Inghilterra e Galles hanno rilevato che uno su cinque aveva una spesa di riserva inferiore a un mese.

La perdita di fondi è stata attribuita alla mancanza di attività di raccolta fondi, alla riduzione delle donazioni da parte dei partner aziendali e del pubblico in generale e all'aumento della domanda di alcuni servizi di beneficenza.

Se sei stato interessato da questo articolo, puoi trovare aiuto visitando il Samaritani oppure puoi telefonarli, giorno e notte, 365 giorni all'anno 116/123.

Finders International avere una gamma di Servizi di supporto legale per assistere gli avvocati e altri professionisti legali, inclusi il nostro servizio di mancata volontà, beni non reclamati e ricerche di fallimento all'estero. Per saperne di più, visita il nostro portale dedicato. In alternativa, puoi inviare un'e-mail [email protected] o telefono +44 (0) 20 7490 4935.